Etrust Italia | Tasso di Conversione Volantini: Quanto Rende il Volantinaggio?
16091
single,single-post,postid-16091,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Tasso di Conversione Volantini: Quanto Rende il Volantinaggio?

Tasso di Conversione Volantini: Quanto Rende il Volantinaggio?

Tasso di Conversione Volantini: Quanto Rende il Volantinaggio?

Molte aziende alle prima armi con il volantinaggio, spesso si chiedono quale sia l’effettiva resa dei volantini, e quindi anche quanti volantini distribuire.
Infatti come per ogni strumento di marketing anche il volantinaggio ha il suo tasso di conversione che può variare in funzione di molte variabili.
Innanzi tutto dipende del settore merceologico, è intuitivo capire infatti che vendere case o tagli di capelli si ben diverso.
Il volantino in primis deve rispettare alcuni requisiti:
  • Essere facile da leggere e dalla grafica accattivante, se troppo carico di testo le persone difficilmente ne saranno attratte
  • Se ben fatto circa il 50% di chi lo riceverà lo osserverà
  • Se il messaggio è semplice e alla portata di tutti, circa il 25% riuscirà a comprendere il messaggio
  • Riuscirà a fare suo il concetto se abbiamo selezionato il target adatto circa il 20% dei riceventi
  • Infine mediamente fra il 1% e il 5% degli utenti diverrà cliente

E’ ovvio che una corretta comunicazione nel volantino, grafica e testi uniti ad un target mirato possono migliorare molto questi dati statistici, come se invece mal fatti peggiorarli.

Ma alla luce di questi numeri, per avere un idea di quanto mediamente risulti efficace il volantinaggio, mettiamo ad esempio con un parrucchiere che pubblicizza la sua nuova attività, stampando 5000 volantini avrà un a risposta immediata, nel caso più pessimistico, di circa 50 nuovi clienti.

Non mele vero? Ecco perché dopo tanti anni, il volantinaggio rimane una delle strategie di marketing più diffuse ed efficaci.

No Comments

Post A Comment